Grande Guerra, recita Paolini-Cristicchi

'Senza vincitori né vinti' scritto da Rigoni Stern e Niccolini

(ANSA) - VENEZIA, 8 MAG - A cent'anni dalla fine della Grande Guerra, il terreno di battaglia del Massiccio del Grappa si fa palcoscenico naturale e ospita il 28 e 29 luglio a Cavaso del Tomba due tra i più grandi narratori italiani nel racconto della storia da una prospettiva umana, intima. Marco Paolini e Simone Cristicchi, per la prima volta insieme, saranno nei luoghi dove si disputarono battaglie sanguinose e durissime per dare corpo e voce, con 'Senza vincitori né vinti', a due uomini normali e straordinari, mentre vivono l'assurdità del conflitto. Sarà il paesaggio del conflitto ad ospitare l'evento, che si svolgerà all'aperto, con qualsiasi tempo. Il testo, scritto a quattro mani da Mario Rigoni Stern e Francesco Niccolini, entra nei giorni della prima guerra mondiale, accompagna dentro la vita dei due protagonisti, tocca il sapore di morte e desolazione, l'inutilità della vittoria.
    Per Paolini è l'unica partecipazione ad un progetto sulla Grande Guerra, a cui ha aderito per vicinanza a Niccolini e a Rigoni Stern.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA