Pennac interprete per Journal d'un corps

Scrittore in scena a Roma con Journal d'un corps

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - ''Sto cominciando la terza fase della passeggiata della vita. Voglio correre più che posso in questi ultimi 100 metri perché nei primi 100 sono stato piuttosto lento''. Così Daniel Pennac, il professore di liceo divenuto star in tutto il mondo con le avventure del suo Benjamin Malaussène, racconta la 'corsa' che lo ha portato fino in teatro, interprete del suo ''Journal d'un corps - Storia di un corpo'', diario di un uomo sugli stati del proprio corpo dai 12 agli 87 anni, divenuto spettacolo-reading per la regia di Clara Bauer (23-27 marzo all'Argentina di Roma e 18-20 maggio al Gerolamo di Milano). ''Attore in una piece altrui? Perchè no, se è interessante - dice lo scrittore - L'Europa? Abbiamo sbagliato tutto. Abbiamo costruito l'Europa economica, ma non culturale. Non abbiamo imparato le lingue degli altri paesi, mandato i nostri figli a studiare da loro ne' condiviso nulla. Ci sentiamo tutti spagnoli, francesi, italiani, ma nessuno davvero europeo. Questo è il nostro grande errore''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA