Al Quirino l'anima nera di Modigliani

Arte, donne e tormenti nella pièce di Longoni con Marco Bocci

(ANSA) - ROMA, 7 MAR - Un artista appassionato e talentuoso, un seduttore bohèmien dall'anima nera e tormentata, ma soprattutto un uomo che per l'amore nei confronti di quattro donne ha cambiato la propria esistenza umana e professionale: non può prescindere dall'universo femminile lo spettacolo "Modigliani", scritto e diretto da Angelo Longoni e in scena al Teatro Quirino di Roma dall'8 al 20 marzo. Nei panni del celebre pittore, l'attore Marco Bocci, accompagnato da Romina Mondello, Claudia Potenza, Vera Dragone e Giulia Carpaneto. Offrendo uno spaccato della Parigi di inizio secolo, tutta la pièce si concentra infatti sul racconto della complessa personalità di Modigliani attraverso le donne da lui amate e dipinte (Kiki de Montparnasse, Anna Achmatova, Beatrice Hastings e Jeanne Hébuterne), figure sensuali, delicate e impenetrabili che rappresentano le varie fasi della vita del pittore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA