Stefano Di Battista live #iorestoacasa del Jazz

Da Fresu a Bosso a Gatto sui canali social del complesso romano

'What a wonderful world' suonata sui tetti di Roma dal musicista jazz Stefano Di Battista. E' quanto propone il 26 marzo il palinsesto social '#iorestoacasa del Jazz' sulle sue pagine Facebook, Instagram e Twitter.


    Sono oltre 20 finora gli artisti che si sono mobilitati in queste settimane per far sentire la loro musica attraverso il web. Da Fabrizio Bosso che ha inaugurato la rubrica "#iorestoacasa del Jazz" suonando alla tromba un brano di Clifford Brown 'Sandu', al giovane Jacopo Ferrazza, uno dei migliori contrabbassisti del nostro Paese che ha suonato il brano 'Stardust'. Anche Roberto Gatto, il più grande batterista jazz italiano, ha reso omaggio direttamente da casa sua a Roy Haynes (Parker, Coltrane, etc.), che da poco meno di una settimana ha festeggiato i 95 anni. E ancora il pianista, compositore, musicologo, pugliese Donatello D'Attoma, che avrebbe dovuto presentare il suo nuovo lavoro alla Casa del Jazz ocn il suo trio, lo scorso 6 marzo, ha regalato 'Light Blue' di Thelonious Monk a tutti gli spettatori online. Il maestro Enrico Pieranunzi ha suonato invece "un blues di speranza".
    Non solo piccole performance live ma anche consigli su quale album poter ascoltare in questi giorni a casa o lezioni di jazz, come quella del professor Luigi Onori per conoscere insieme l'affascinante storia del jazz in Sudafrica. Nelle prossime settimane arriveranno nuovi contributi da parti di altri artisti, da Federica Michisanti, Paolo Damiani, Luca Velotti, Enrico Rava, Stefano Di Battista, Paolo Fresu, Simone Alessandrini, Franco D'Andrea. I contenuti resteranno visibili su tutte le piattaforme e sempre recuperabili. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie