Tra album d'autunno Ferro, Zero, Nannini

Tra gli stranieri ci sono Mika e i fratelli Gallagher da solisti

Il mercato discografico è pronto a rimettersi in moto. Pausa estiva archiviata, dal 30 settembre sul mercato arrivano le prime novità autunnali. Annunciato con un anno di anticipo, tra i più attesi, c'è il nuovo disco di Tiziano Ferro, che uscirà il 22 novembre, prodotto da Timbaland, lo storico produttore di Justin Timberlake e Nelly Furtado. Il nuovo lavoro, dal titolo Accetto Miracoli, arriva a tre anni di distanza da Il Mestiere della Vita. Il nuovo disco, che guarda a Natale, anticipa poi il tour negli stadi della prossima estate.

Qualche settimana prima, ad ottobre, sarà Renato Zero ad agitare le acque con il disco di inediti "Zero Il Folle", registrato a Londra con la produzione e gli arrangiamenti di Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams), con cui il re dei sorcini torna a collaborare dopo l'album "Amo" del 2013. L'autunno sarà territorio di caccia anche per i Modà, che dopo una pausa durata quattro anni, sono pronti a ripartire con un nuovo album di inediti in uscita il 4 ottobre. Gianna Nannini ha annunciato per il 15 novembre il disco di inediti "La differenza", due anni dopo "Amore gigante". Discorso a parte merita Vasco Rossi che ha annunciato dopo l'estate una nuova canzone che "potrebbe essere davvero l'ultima (...). Del resto non ha più̀senso oggi pensare agli album (...) Si ragiona per singoli".

A due anni dall'uscita di "Masters", si completa il lavoro di restauro e rimasterizzazione della musica di Lucio Battisti e il 27 settembre esce "Masters - Vol.2", la seconda raccolta, con 48 brani estratti direttamente dai nastri analogici originali. Dopo la doppia sbornia sanremese del 2017 e del 2018, ha annunciato un nuovo progetto discografico entro quest'anno anche Francesco Gabbani. Un disco che, nelle intenzioni, dovrebbe mostrare la vera anima da musicista dell'artista. Promette un lavoro con "collaborazioni d'eccezione e interessanti sorprese", Gigi D'Alessio, anche lui al lavoro. Levante il 4 ottobre rilascerà Magmamemoria", 13 brani per un viaggio nel tempo tra passato, presente e futuro. Tra i primi a presentarsi sul mercato, c'è Rocco Hunt, che prima ha annunciato il ritiro e subito dopo il disco Libertà, che arriva a tre anni dall'ultimo lavoro in studio.

Tra gli stranieri, dopo due anni di scrittura tra Miami, Londra e la campagna toscana, l'eclettico Mika è pronto il 4 ottobre a pubblicare My Name Is Michael Holbrook, che porterà l'ascoltatore a scoprire l'essenza dell'identità dell'artista, a partire dal suo nome anagrafico, passando per i rapporti familiari e le piccole e grandi esperienze della sua vita. Liam Gallagher il 20 settembre esce con Why Me? Why Not", secondo album solista. "Volevo che questo mio secondo disco fosse superiore a quello precedente. Sarà un album migliore di "As You Were" e questo la dice lunga, perché è stato un disco epico, no?!", promette con la solita prudenza l'ex Oasis. E il fratello Noel non sembra da meno, dato che ha annunciato un Ep alla fine dell'estate e un altro intorno a Natale. Celine Dion, dopo aver detto addio a giugno alla residency a Las Vegas che durava da 16 anni, a novembre uscirà con Courage. Dopo il successo di Sucker del 2014, l'autunno segna anche il ritorno della cantautrice britannica Charlotte Emma Aitchison, ovvero Charli XCX, con "Charli", in uscita il 13 settembre.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA