Ornitophonica, canto uccelli in musica

Da Messiaen a Ravel, da Saint Saens a Prokofiev a Fermo

(ANSA) - FERMO, 26 MAR - Non c'è compositore che non sia rimasto affascinato dal canto degli uccelli e c'è anche chi come Olivier Messiaen lo ha studiato in varie parti del mondo come un veri e proprio ornitologo. A questo originale repertorio è dedicato un insolito concerto la domenica di Pasqua alla sala dei Ritratti di Fermo: alle 18 è in programma "Ornitophonica, quando il canto degli uccelli si fa musica" con il patrocinio della Lipu. Si tratta di un recital con brani ispirati al canto degli uccelli, protagonista l'Ensemble Barbero (flauto, pianoforte, violino e violoncello) guidato dalla flautista Stella Barbero. Oltre a Messiaen con 'Il merlo nero', in scaletto ci sono Vivaldi e il concerto 'Il cardellino', Saint-Saens con pagine del 'Carnevale degli animali', Grieg, Ravel, Granados. Messiaen tenta di riprodurre scientificamente il canto del merlo nero, gli autori romantici si lasciano trasportare da un concetto evocativo di usignolo, colomba, passero. Per Ravel ala e volo simboleggiano un cielo non fisico ma spirituale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA