Dori Ghezzi, 70 anni nel segno del Faber

Dal 1990 non fa più la cantante, si dedica a Fondazione De Andrè

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Mercoledì 30 marzo Dori Ghezzi compirà 70 anni. Ormai dal 1990 non fa più la cantante, a causa di un problema alle corde vocali, ma è comunque una figura importante dell'ambiente musicale per il suo ruolo di curatrice della straordinaria eredità artistica di Fabrizio De Andrè, e della fondazione omonima, l'uomo con cui ha condiviso 30 anni di vita, compresa l'esperienza drammatica del rapimento da parte dell'anonima sequestri nel 1979. E' una vicenda piuttosto insolita quella di Dori Ghezzi, oggi nonna di Demetrio, nome scelto dalla figlia Luvi (Luisa Vittoria) e dal suo compagno Robin in omaggio a Demetrio Stratos, il genio della vocalità con cui Dori e De Andrè collaborarono negli anni '70: da star del pop a personaggio che attraverso il legame con il suo Faber, scomparso nel 1999, è diventato una sorta di custode di un'ideale molto elevato del fare musica. Dori Ghezzi è diventata famosa nel 1968 grazie al "Casatschok", cover del brano russo "Katjusa". Dal 1990 non fa più la cantante.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA