Dubioza Kolektiv, cantiamo la Siria

La band bosniaca è in tour in Italia e stasera suona a Firenze

E' un successo in termini di pubblico e cassa di risonanza mediatica, il minitour in questi giorni ha portato in Italia per una manciata di concerti i Dubioza Kolektiv. La band bosniaca, rivelazione della scena musicale in arrivo dai Balcani e portavoce di un rock impegnato e contaminato da generi diversi, ha già suonato a Torino, Trieste e Milano e questa sera porterà il suo misto di rock, punk elettronica ed anarchia al Flog di Firenze per presentare il nuovo album 'Happy Mistake'. "Questo è il nostro settimo album - hanno raccontato loro - e il nome deriva da un distillato tradizionale dei Balcani, usato anche per preparare la "Happy Machine" che è conosciuta perché causa immediate felicità". Nei testi delle loro canzoni, cantate in inglese, spagnolo e nel dialetto indiano punjabi, i musicisti bosniaci hanno trovato posto anche per il problema dei migranti in fuga dalla guerra in Siria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA