Altaroma termina tra sari, balli e pepli

Elefanti da Lettieri, Aracne da Persechino, da Zakhem glamour 60

(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Tra sogni di balli glamour anni '60 a New York (Rani Zakhem), pepli e tele di ragno o di telaio che riportano alle figure mitologiche di Aracne e di Penelope (Sabrina Persechino), elefanti e sari per principesse indiane in viaggio verso Montecarlo (Nino Lettieri), termina questa edizione di sfilate di Altaroma, cominciata il 29 gennaio nella ex Dogana San Lorenzo, con un pre-opening il 28 gennaio dedicati ai giovani talenti lanciati dal concorso Who is on Next? e all'Accademia Koefia. Un'edizione che ha visto le presentazioni nella nuova location scelta da Altaroma, delle nuove collezioni di Raffaella Curiel, che si é ispirata ad un giardino floreale, e di Renato Balestra, che ha portato in pedana la sua dea Atena, vestita di sofisticati pepli bianchi e oro. Anton Giulio Grande ha scelto le sale di Palazzo Ruspoli per presentare le sue aristo-principesse. Di Giada Curti ha proposto la "Divina Marchesa", ispirata a Luisa Casati, musa di Boldini e amante di D'Annunzio. Di Gattinoni con il suo stile Rockocò.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA