Marina Ripa di Meana musa di Camaiani

Atmosfere surrealiste a Palazzo Cerere per stilista marchigiano

(ANSA) - ROMA, 30 GEN - Atmosfera surrealista e una musa d'eccezione come Marina Ripa di Meana, per Vittorio Camaiani che ha presentato oggi a Palazzo Cerere, la sua collezione Primavera/Estate dal titolo "ContrariaMente". Lo stilista marchigiano si é avvicinato all'universo surrealista con abiti destrutturati dove il ruolo di colletti e polsi era invertito in un gioco ironico che strizza l'occhio all'arte di Dalì. I tessuti non toccano mai il corpo, semmai lo sfiorano. I volumi sospesi donano una leggerezza singolare, come nell'abito di chiffon in cui gli strati di tessuto simboleggiano gli strati della mente e creano un gioco di impalpabile eleganza. La classica camicia bianca "perde" il collo che viene spostato sulle maniche. I pantaloni di uno smoking vengono costruiti come se fossero le maniche di una camicia. L'abito che potrebbe indossare una sposa viene ricamato nel décolleté con colli e polsi rubati alle camicie, come un macramè impreziosito da cristalli Swarovski.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA