Pasolini: Casarsa lo ricorda con Sciascia, 'ultimi eretici'

Sabato cerimonia a 44 anni dalla morte del poeta friulano

(ANSA) - CASARSA DELLA DELIZIA, 31 OTT - Una cerimonia a 44 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini sarà celebrata sabato alle 11.30 nel cimitero di Casarsa (Pordenone), dove è sepolto il poeta e regista italiano.
    A novembre la cittadina ricorderà anche Leonardo Sciascia, che col poeta friulano - si legge in una nota del Centro studi Pier Paolo Pasolini - condivise impegno civile e al tempo stesso "disorganicità", avversione al potere e alle sue retoriche, laicità ma con senso del sacro, un'idea di letteratura come verità. Nell'ambito del "Novembre Sciasciano", promosso dagli "Amici di Leonardo Sciascia", nel trentennale della morte dello scrittore e intellettuale di Racalmuto, venerdì 8 e sabato 9 novembre, nella sala municipale, si terrà il convegno "Pasolini e Sciascia: ultimi eretici", coordinato dal critico e saggista Filippo La Porta. Previsto uno spazio di confronto con voci accademiche e critiche che analizzeranno affinità e differenze tra questi due intellettuali "fraterni e lontani", a cui la società italiana - conclude la nota - riconobbe un'autorevolezza straordinaria in quanto "coscienza del paese", espressioni di una voce dissidente solitaria e non allineata. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA