A Storie per bimbe ribelli 1,3 mln dlr

Scritto da Favilli e Cavallo, il più finanziato del crowdfunding

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Storie della buonanotte per bambine ribelli diventa un caso editoriale: è il libro più finanziato nella storia del crowdfunding, grazie a Kickstarter, che ha raccolto oltre un milione di dollari da 70 nazioni in soli 28 giorni, per un totale di un milione e 300 mila dollari dal lancio della campagna in aprile 2016 fino a ottobre dello stesso anno. Il nuovo libro scritto da Elena Favilli e Francesca Cavallo è uscito nel novembre 2016 e ha venduto 90mila copie nella versione originale americana già prima della sua pubblicazione. Venduto in GB, Germania, Brasile, Turchia, Polonia, Messico, Olanda, Tailandia, oggi è stato tradotto il 12 lingue. Il volume contiene 100 biografie di donne famose: 100 favole per sognare in grande raccontate con stile semplice. Sono artiste, scrittrici, scienziate, sportive che lottano per affermare la propria personalità, da Rita Levi Montalcini a Serena Williams. Ciascun racconto è accompagnato da un ritratto a colori, in totale 100 ritratti disegnati da 60 artiste.
    Secondo recenti ricerche le bambine fin dalla scuola media iniziano a perdere fiducia in se stesse. Ecco perché essere esposte molto prima a una narrazione diversa della femminilità è fondamentale. I libri per i più piccoli sono ancora pieni di stereotipi di genere. I genitori non possono fare molto, anche se sono preoccupati e vogliono far crescere i loro bambini con storie che propongono modelli femminili moderni: è per loro che stiamo creando questo libro.
    Elena Favilli è una giornalista-imprenditrice. Laureata in Semiotica all'Università di Bologna, ha studiato Digital Media a Berkeley, California. Francesca Cavallo è autrice e regista di teatro. Esperta d'innovazione sociale, ha fondato Sferracavalli, festival internazionale d'immaginazione sostenibile.
    Trasferitesi a San Francisco, il loro progetto di startup, che in Italia aveva ricevuto numerosi apprezzamenti ma pochi finanziamenti, è stato incluso nell'incubatore di 500 startups di DaveMcClure: il primo finanziamento contava 600mila dollari ricevuti da investitori italiani e americani. Ciò ha consentito a Elena e Francesca di fondare nel 2012 Timbuktu Labs, che crea prodotti innovativi per bambini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA