Benigni a Torino, Pinocchio Garrone il più autentico

Premiato da Film Commission. 'Dato tutto, credo in suo talento'

Di tutte le interpretazioni di Pinocchio quella che sta per uscire al cinema con la regia di Matteo Garrone è "la più fedele all'originale". Parola di Roberto Benigni, che nel 2002 aveva diretto e interpretato il burattino di legno.
    Questa volta il Premio Oscar, celebrato nella settimana del Torino Film Festival dalla Film Commission Piemonte, indossa i panni di Geppetto. "Calarsi nel personaggio è stato facilissimo, devo solo interpretare la Fata Turchina e li ho fatti tutti", scherza di fronte ai 370 invitati alla cena di gala firmata Carlo Cracco per raccogliere fondi a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.
    Sul palco della Centrale della Nuvola, quartier generale Lavazza nel cuore di Torino, Benigni concede qualche battuta sull'attesa pellicola, nelle sale il 19 dicembre. "Ho dato tutto ciò che potevo, perché credo nel talento di Matteo Garrone, per me il regista più bravo del mondo", dice prima di ricevere il Premio Langhe Roero Monferrato. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA