Dramma e ironia in famiglia con segreti

In sala Come saltano i pesci, con Riccioni, Colangeli e Izzo

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - E' un piccolo film controcorrente, tra toni drammatici e un pizzico di ironia, l'ultimo di Alessandro Valori che, dopo Radio West e Chi nasce tondo, si misura in 'Come saltano i pesci', in sala giovedì con Mariposa - Multivideo. Al centro della storia una famiglia apparentemente normale. C'è Matteo (Simone Riccioni) 26 anni, meccanico con un sogno nel cassetto (lavorare in Ferrari); due bravi genitori, Italo (Giorgio Colangeli) e Mariella (Maria Amelia Monti), che lo amano profondamente e una dolcissima sorellina affetta da sindrome di down, Giulia (Maria Paola Rosini), che lo adora. Ma basta una telefonata e tutto il suo mondo si sgretola. E, pezzo dopo pezzo, dopo l'incontro con un'affascinante ragazza (Marianna Di Martino), entra di diritto nella sua vita quasi un doppio della sua famiglia. Ovvero: un fratellastro Luca (Brenno Placido), uno zio Sandro (un inedito e credibile Biagio Rizzo in un ruolo drammatico) e, infine, anche un'inaspettata madre.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA