Owens, atleta che fece arrabbiare Hitler

In sala Race - Il colore della vittoria di Stephen Hopkins

(ANSA) - ROMA, 21 MAR - Nel 1936 ci fu un atleta di nome James Cleveland 'Jesse' Owens che fece arrabbiare Hitler nelle sua amata Berlino a festa per le Olimpiadi. Ma va detto che a quello uomo di colore, che si era portato a casa ben quattro medaglie d'oro, non andava meglio anche nella sua stessa patria piena degli stessi pregiudizi. 'Race - Il colore della vittoria', in sala dal 31 marzo in circa 200 copie con la Eagle Pictures, racconta questa storia vera, quella appunto di 'Jesse' Owens (Stephan James), campione olimpico a Berlino nel '36.
    ''Ne 1936 in realtà l'America - dice Stephan James, oggi a Roma nel Salone d'Onore del Coni - era una società chiusa e permeata da razzismo come vediamo nel film. Oggi non si può dire di essere in quella stessa condizione, basti pensare a quello che è successo agli Oscar. La situazione insomma non è sparita, per questo è importante raccontare storie come questa''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA