Guerra Batman-Superman, chi vincerà?

Presentato in Usa il film di Zach Snyder con Ben Affleck

"Vi prego, nei vostri articoli non rivelate i particolari della trama, ci sono tante sorprese e vogliamo che il pubblico se le goda tutte". Una richiesta gentile e accorata quella di Zach Snyder, che ha presentato il suo ultimo film quel "Batman vs Superman, Dawn of Justice", in uscita il 23 marzo in Italia, che di fatto apre un nuovo capitolo, nel già ricco panorama dei franchise dei supereroi e per cui sono preventivati incassi record. Un film atteso, ma anche molto criticato a priori dai fan, a partite dalla scelta di Ben Affleck nel ruolo di Batman che sembrava opzione improbabile. L'attore ha però saputo indossare con sapienza il costume di uno degli supereroi più amati.

"Sono sempre stato un fan e da ragazzino mi ricordo esattamente quando sono andato a comprare il comic book dove Superman e Batman si scontravano. Ricordo di avere pensato che era un'idea geniale e di avere letto quel fumetto cento volte. Quando mi hanno proposto di essere Batman, sono tornato per un attimo a quel ragazzino. Poi mi sono lasciato tentare dalla sceneggiatura, che è molto profonda e intensa, dove le scene di azione sono secondarie alle vicende personali dei protagonisti. E ricordo il primo giorno sul set, dopo tutte quelle critiche, ero finalmente nel costume da Batman, mi sono guardato, ero molto teso e nervoso, perché, da fan, so quanto siano importanti questi personaggi per chi li ama, e poi è arrivata Diane Lane, che nel film è la mamma di Superman. "Tranquillo Ben, sei perfetto",mi ha detto, e mi sono tranquillizzato. Io al contrario del pubblico, avevo letto la sceneggiatura, e se non avessi pensato di potere rendere onore al personaggio, non avrei accettato". Il film, che di sorprese ne riserva davvero molte e che si evolve attorno al conflitto, anche filosofico, tra i due eroi mascherati, metafora del rapporto dell'uomo con Dio, è in perfetto stile Snyder e Dc Comics e non ha nulla a che fare con quello luminoso, patinato ed etereo dei cugini della Marvel. Cupo, filosofico, ancorato alla realtà, a tratti profondo, ricco di chiavi di lettura e di effetti speciali volontariamente realistici, per dare l'idea di un universo più tangibile, più pericoloso, più sporco dove il bene e il male si confondono. Senza variare la natura dei personaggi, Snyder ne ha sicuramente dato una visione diversa, originale, in continua evoluzione.

Lo scontro e la sua genesi, per entrambi ben motivato, li farà evolvere e li renderà ancora più umani. "Quando è venuta fuori l'idea di fare Batman vs Superman mi è sembrata una cosa ridicola, visto che Superman è nettamente superiore - dice il regista - Poi, ho visto che lo avevano fatto anche nei fumetti originali e più mi sono addentrato nell'idea, più ha cominciato ad affascinarmi. Lo scontro, le scene d'azione, gli effetti speciali sono molto importanti in un film così, ma l'aspetto più rilevante per me è l'evoluzione de il rapporto tra loro due e il rapporto che hanno con loro stessi e le persone che amano. Mi interessava mostrare un lato più umano, più contraddittorio, più vicino alla realtà che ognuno di noi vive quotidianamente" Batman vs Superman è la risposta della Dc Comics agli Avengers, e infatti per la prima volta al cinema si vedranno insieme Batman, Superman e anche Wonder Woman, interpretata dall'attrice israeliana Gal Gadot. Tra i protagonisti, oltre a Ben Affleck, Henry Caville, che ritorna nei panni di Superman, Amy Adams, Diane Lane, Laurence Fishburn, Jeremy Irons e Jesse Eisemberg, che interpreta magistralmente e in chiave contemporanea il cattivo di sempre, nonché arcinemico di Superman, Lex Luthor: se come si dice a Hollywood è vero che un eroe è credibile quanto è credibile il suo nemico, allora i fan di Superman e Batman saranno molto soddisfatti. Anche se come dice Henry Cavill guardando Ben Affleck: "Su, non c'è storia, Superman è molto più potente di Batman, se volesse per davvero lo spazzerebbe via dalla terra in un secondo: solo che è molto buono, anche se in questo film i suoi principi sono messi a dura prova", ma Batman non ci sta: "Resta da vedersi, caro Superman, resta da vedersi se anche tu puoi sanguinare". Chi vincerà? Sicuramente la Warner Bros, che ha prodotto il film e dato il via a un nuovo franchise.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA