Volo, paternità non mi ha messo in riga

Tanti progetti, da Kung Fu panda 3 a nuova serie tv

(ANSA) - ROMA, 9 MAR - Pur essendo diventato in tre anni papà di due bambini, uno di due anni e uno di sei mesi ''non mi sento 'messo in riga', quella della famiglia è stata la scelta più naturale quando ho trovato la persona giusta. Resto sempre io, con la mia voglia di fare mille cose... amo vivere e mangiare''.
    Parola di Fabio Volo, che torna come doppiatore di Po, il protagonista in Kung Fu panda 3, nuovo capitolo animato anche in 3d della saga, diretto dall'italiano Alessandro Carloni e Jennifer Yuh Nelson, sul goffo mammifero maestro di arti marziali, in arrivo il 17 marzo in 500-600 sale (e in anteprima il 12 e 13 marzo) con 20th Century Fox. L'attore- presentatore- scrittore, ha in uscita il 24 marzo una commedia live action, Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso, con Silvio Orlando, remake del canadese La grande seduzione (2003) e festeggia anche le 500 mila copie e in Italia le vendite in 10 Paesi del suo ultimo libro, E' tutta vita (Mondadori), e sta girando una fiction come protagonista e coautore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA