Arte: tutto pronto a Bologna per via Art City 2020

Spettacoli e mostre in tutta la città dal 24 al 26 gennaio

(ANSA) - BOLOGNA, 14 GEN - L'arte protagonista nei luoghi dismessi o recuperati di Bologna, più spazio alle artiste, quest'anno più numerose dei colleghi uomini, e un vivace "confronto generazionale", come lo ha definito il direttore artistico Lorenzo Balbi, "tra affermati protagonisti e giovani emergenti" per dare spazio a tutti. Sono alcuni dei tratti distintivi della art week che segna l'ottava edizione di Art City Bologna, il cartellone di oltre centro tra mostre, eventi, performance e spettacoli promosso dal Comune in collaborazione con BolognaFiere in concomitanza con Arte Fiera, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea in calendario dal 24 al 26 gennaio.
    Un'edizione che "non ha un tema preciso - ha aggiunto - ma che è un'unione di tanti argomenti. Per il 2020 il medium è la pittura". Sotto la direzione di Balbi, è stato ideato un ricchissimo programma che prevede uno special project e 22 main project, tutti gratuiti, riassunti in una guida, formato tabloid, e in una app interattiva. Sabato 25 gennaio torna la Art City White night, la notte bianca dell'arte con gallerie, palazzi storici e negozi aperti, performance ed eventi.
    "Art City è un progetto che è esploso negli ultimi anni - ha commentato l'assessore comunale alla cultura Matteo Lepore - è bello potere usare spazi dismessi come Dumbo o altre strutture per ospitare l'arte". Tra gli eventi da non perdere "c'è la prima nazionale di 'La vita nuova' di Romeo Castellucci - ha aggiunto Balbi - in programma a Dumbo nel fine settimana di Arte Fiera, la mostra internazionale al Mambo dal titolo 'AgainandAgainandAgainand', sul tema delle ciclicità del tempo con opere di artisti presentati anche per la prima volta in Italia e l'apertura al pubblico dello studio di Concetto Pozzati, simbolo per l'arte bolognese". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA