SoS, Villa Pollio Felice è una latrina

Per associazione 'grave degrado sito di Capo di Sorrento'

(ANSA) - NAPOLI, 23 AGO - "La spiaggia libera della 'Regina Giovanna', nel meraviglioso sito ambientale del Capo di Sorrento è priva di bagni ma a questa gravissima mancanza i frequentatori sopperiscono usando i resti abbandonati della villa imperiale marittima attribuita al patrizio romano Pollio Felice". Questa la denuncia contenuta in una nota trasmessa al Ministero per i Beni Culturali dall'architetto Antonio Irlando, responsabile di "Osservatorio Patrimonio Culturale", dove si fa riferimento anche "al grave danno di reputazione per l'Italia che mostra il desolante scenario di abbandono del patrimonio archeologico di un luogo frequentato specie da turisti esteri". Nel documento viene illustrato, anche con immagini, "un quadro complessivo di assoluto degrado del monumento, privo di custodia e di azioni manutentive di tutela da molti anni, lasciando spazio sull'intonaco antico a vasti disegni vandalici e graffiti".
    Inoltre, c'è "rischio per l'incolumità dei numerosi frequentatori del luogo balneare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA