In tomba Guinigi dentiera di 4 secoli fa

Studio realizzato da team paleopatologi ateneo di Pisa

(ANSA) - PISA, 15 NOV - Durante la pulizia e il restauro dei resti scheletrici rinvenuti all'interno della tomba collettiva dei Guinigi, a Lucca, è venuta alla luce una protesi dentaria in oro di particolare interesse, sia per le modalità di esecuzione, sia per la rarità del ritrovamento. Lo studio del prezioso reperto è stato effettuato da un team di paleopatologi dell'università di Pisa. "Lo studio del contesto archeologico - spiega la paleopatologa, Simona Minozzi - non ha permesso una datazione precisa per la protesi che comunque si colloca tra la fine del XIV secolo e l'inizio del XVII secolo, e malgrado esistano descrizioni di apparecchi simili nei testi del periodo, non sono conosciute altre evidenze archeologiche. La protesi dentaria ritrovata nella tomba dei Guinigi è la prima testimonianza di protesi dentale di questo periodo storico e un prezioso tassello per la storia dell'odontoiatria". La protesi è formata da cinque denti mandibolari umani tenuti assieme da una lamina metallica in oro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA