La bellezza dell'arte ebraica italiana

Rassegna a Tel Aviv su opere tra Rinascimento e Risorgimento

(ANSA) - TEL AVIV, 19 MAR - Quaranta oggetti per far conoscere la bellezza dell'arte ebraica italiana tra il Rinascimento e il Risorgimento: un percorso nel gusto, nella raffinatezza, nella cultura del mondo ebraico in mostra al Museo 'Beit Hatfusot' di Tel Aviv. La rassegna dal titolo 'Italian Jewish Renaissance- The Beauty of Italian Judaica' - che sarà aperta dall'ambasciatore italiano in Israele Francesco Maria Talò il 31 marzo - è suddivisa, grazie a oggetti e immagini, in quattro sezioni espositive: la casa, il matrimonio, la sinagoga e la pubblicistica manoscritta e a stampa. Il tutto -ha detto la curatrice Micol Schreiber Benarroch- "col fine ultimo di far ammirare l'elevato gusto estetico degli oggetti sacri come di quelli di uso quotidiano, tipico dell'arte e della cultura italiana, ebraica e non, che nel corso dei secoli si sono influenzate a vicenda". Provenienti in larga parte dal 'Museo di arte ebraica italiana U.Nahon' di Gerusalemme, gli oggetti mostrano la capacità di abbinare tecniche raffinate e tradizione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA