Camilleri, statue coperte? Adoro nudità

Lo scrittore, ci sono paesi europei che fanno figuracce peggiori

(ANSA) - ROMA, 4 FEB - "Per me le possono scoprire come vogliono. Io adoro la nudità dell'uomo e della donna, soprattutto quella della donna naturalmente. Quindi non solo non mi fa effetto, purtroppo date le condizioni della mia vista non vedrei se sono coperte o scoperte. Dovrei toccarle e se per caso non è una statua che mi succede? Lasciamo perdere". Lo ha detto Andrea Camilleri a margine del conferimento della cittadinanza onoraria di Agrigento, oggi in Campidoglio a Roma, parlando delle statue capitoline coperte per la recente visita del presidente iraniano Hassan Rohani.
    Una figuraccia? "Vabbè una figuraccia. C'è gente - ha sottolineato - che trucca le macchine con ditte famose come la Volkswagen e quelle non sono figuracce? Le facciamo solo noi italiani le figuracce? Ci sono paesi dell'Europa che fanno figuracce peggiori delle nostre". "Il nostro - ha continuato - è stato un gesto incauto e stupido, perché più conserviamo le nostre tradizioni e la nostra cultura e più possiamo affrontare l'incontro con l'altro".
    "Una volta - ha raccontato lo scrittore - mi chiesero: ma lei è contento di essere europeo? Sì, sono felice di farmi fare un vestito da un sarto europeo purché i miei indumenti intimi, le mutande, la maglietta siamo italiane. Così il vestito europeo mi cade meglio. Che significava? Significava: più noi facciamo il presepe quando va fatto e le statue le teniamo come sono fatte, senza mettere braghettoni e coperture, perché quella è la nostra cultura, più siamo forti e pronti ad affrontare il futuro".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA