Pili, nuovo scempio scavi Mont'e Prama

Video Fb contro Coop rosse, "sfregio civiltà con ruspe di Stato"

(ANSA) - ORISTANO, 12 GEN - Un video di 63 secondi pubblicato su Facebook riaccende lo scontro tra il deputato di Unidos Mauro Pili (ex Forza Italia) e la Soprintendenza ai Beni archeologici della Sardegna. Il video mostra una ruspa al lavoro nel sito dove nel 1974 furono portati alla luce quelli che ormai sono conosciuti in tutto il mondo come Giganti di Mont'e Prama.
    Nel mirino del deputato, le "cooperative rosse che hanno sostituito a Mont'e Prama gli archeologi sardi" e il soprintendente ai Beni archeologici dell'Isola Marco Minoia.
    Secondo Pili, le coop fanno lo scavo con la ruspa "per guadagnare di più e lavorare meno", mentre Minoia è "un soprintendente spregiudicato da cacciare via senza perdere altro tempo come soggetto indesiderato".
    La magistratura deve intervenire oppure è complice di questo scempio", attacca Pili, pronto a presentarsi in Procura a Oristano per consegnare fotografie e video.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA