Maneskin, dal vivo la nostra vera identità

La band presenta a Milano il nuovo singolo 'Morirò da re'

A metà di un tour che ha messo in fila un sold out dopo l'altro, i Maneskin esordiscono dal vivo a Milano stasera a Santeria Social Club in una data attesa, esaurita e triplicata (in replica il 23 marzo e il 20 aprile).
    La band romana uscita da X Factor ha scelto Milano per presentare il loro nuovo singolo in uscita venerdì 23 marzo, 'Morirò da re', il primo ma non ultimo brano in italiano: "Parla di redenzione, del fatto che dal male possa nascere il bene, come dalla stessa nostra scelta di dedicarci solo alla musica - spiega alla stampa prima dello show il frontman, Damiano David - Se non ci si arrende alle pressioni si può creare qualcosa di buono: è il messaggio che mandiamo alle nostre generazioni, siate sicuri di voi stessi e portate avanti quello in cui credete". La traccia, che riprende le combinazioni di rock e funk già mostrate nel singolo disco di platino 'Chosen' ma con una produzione molto più raffinata, anticipa il disco al quale la band è al lavoro e che uscirà in tempo per il prossimo tour autunnale: "Per questo pezzo abbiamo cercato un sound nuovo - dice il batterista Ethan Torchio - La chitarra di Thomas ha un suono alla Frusciante anni '90, la voce di Damiano qualcosa dei Fleetwood Mac anni '70". Complice un repertorio ridotto, nell'arco di un'ora e un quarto lo show mette in scena proprio le fonti del quartetto: ci sono i beat incalzanti di 'Let's Get It Started' dei Black Eyed Peas, 'Take Me Out' dei Franz Ferdinand e 'Somebody Told Me' dei Killers, e le sonorità soul e dance con 'Gangsta's Paradise', 'Master Blaster' e 'Alors on danse' di Stromae. L'allestimento è essenziale ma glam, con il nome della band in neon e un palo su cui Damiano volteggia nei bis sulle note di 'Kiss This' degli Struts, per la gioia delle seicento fan adoranti. Tra 'Recovery' di James Arthur e 'Dirty Diana' di Michael Jackson il gruppo fa debuttare anche dal vivo la nuova 'Morirò da re', il cui video in uscita il 26 marzo mostrerà il gruppo in una roulotte alle prese con immaginari circensi e nuovi contrasti tra bene e male.
    Un'ambizione visiva che i Maneskin intendono portare avanti nel tour autunnale, che partirà il 10 novembre da Senigallia (Ancona) e li porterà in giro tra venue più grandi: "Sarà un tour molto diverso per allestimento e scaletta - anticipa Damiano - Non faremo più per la maggior parte cover e porteremo tutti noi stessi, perché la nostra vera dimensione è il palco".
    Dopo questa tournée, in chiusura il 22 aprile a Roma, e un'estate dedicata alla chiusura del disco, in autunno la band passerà da Padova (15/11), Bologna (17/11), Milano (24/11), Bari (30/11), Napoli (1/12), Brescia (6/12), Venaria Reale (9/12), Firenze (12/12) e Roma (15/12).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA