Libri: Wole Soyinka, linguaggio può servire per distruggere

Nobel a Pordenonelegge, esempio Corea Nord ha creato seguaci

(ANSA) - PORDENONE, 15 SET - "Il linguaggio può essere usato in maniera distruttiva. Lo dimostra ciò che sta facendo il novello Hitler della Corea del Nord che ha creato una piantagione di seguaci". Lo ha detto oggi il premio Nobel per la letteratura Wole Soyinka, a cui domani sarà attribuito il premio "La storia in un romanzo 2017" assegnato da Credit Agricole Friuladria nell'ambito di Pordenonelegge.
    "Sarebbe curioso conoscere - ha proseguito Soyinka - quali argomenti persuasivi abbia utilizzato per il suo gregge e quale linguaggio utilizzi. In questo quadro, quando emergono voci diverse nascono i dissidenti che permettono ad una nazione di rialzare la testa. Il linguaggio può cambiare il destino di una società", ha concluso. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA