Dizionario Pop-Rock 2015, è Ligabue l'artista dell'anno

120 new entry, massimo dei voti anche a Nutini e De Andrè

Luciano Ligabue conquista la copertina del Dizionario del Pop-Rock 2015 e si guadagna il titolo di miglior artista dell'anno. Il poderoso compendio firmato per Zanichelli da Enzo Gentile e Alberto Tonti arriva a sessant'anni esatti dalla prima esecuzione di Rock around the clock, la canzone con cui Bill Haley & his Comets diedero il via a un genere musicale rivoluzionario. Sono più di 2300 gli artisti citati e 35mila i dischi recensiti nel volume. Fra le oltre 120 new entry, ci sono gli italiani Fedez, Clementino e i Club Dogo, Alessandra Amoroso, Emma Marrone e Giusy Ferreri; e poi il cantautore e rapper belga Stromae, Bing Crosby e il chitarrista Joe Bonamassa.

Il rocker di Correggio merita cinque stelle per l'album Mondovisione: "Crediamo - spiegano gli autori - che nessuno meglio di lui possa rappresentare più efficacemente la scena 'made in Italy' e funzionare da cerniera tra popolarità e qualità, esemplare testimone di una idea di canzone e di un suono che, ogni giorno di più, veicolano e raccontano la colonna sonora in latitudini e tra generazioni diverse". Il massimo dei voti va anche al terzo disco di Paolo Nutini, Caustic Love, e all'indimenticato Fabrizio De Andrè per Crêuza de mä, di cui quest'anno ricorre il trentennale ("Probabilmente la massima opera realizzata in Italia nel campo della Canzone", diceva la scheda dell'album già nell'edizione 1984).

Promossi con quattro stelle anche Museica di Caparezza, l'Almanacco del giorno prima di Dente, Dal Monte di Alessandro Mannarino e Fibrillante di Eugenio Finardi. Fra gli stranieri, convincono Croz di David Crosby, Red Beans And Weiss di Chuck E.

Weiss e Morning Phase di Beck. Ottiene una sola stella Live At The Royal Albert Hall March 2010 degli Suede, tornati a suonare insieme per l'occasione (ma il frontman Brett Anderson "canta in modo penoso"), mentre ne conquistano due Enclosure dell'ex chitarrista dei Red Hot Chili Peppers John Frusciante e i Kaiser Chiefs con Education, Education, Education & War ("Un ritorno deludente", secondo Gentile e Tonti).

Il volume sarà presentato al Teatro Dal Verme di Milano domenica 16 novembre alle 13 in occasione di Bookcity 2014. Insieme agli autori ci saranno Gene Gnocchi, che ha firmato la prefazione, il direttore artistico di Virgin Radio Dj Ringo, il cantautore Alberto Fortis e l'emergente Carlot-ta. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA