Sarcoma alla mano, asse Bologna-Modena

Paziente di 30 anni operato, decorso senza complicanze

(ANSA) - BOLOGNA, 25 GEN - Prima un'operazione per rimuovere un sarcoma dei tessuti molli con un alto grado di malignità, poi la ricostruzione della mano. E' stato possibile grazie a un lavoro di equipe tra la clinica ortopedica 3 a indirizzo oncologico e degnerativo dell'Istituto Rizzoli di Bologna diretta dal prof. Davide Maria Donati e la struttura complessa di chirurgia della mano dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Modena, diretta dal dottor Roberto Adani. La collaborazione ha consentito di risolvere il caso di un paziente di 30 anni affetto da neurofibromatosi di tipo 1, già operato per una nuova formazione al dorso della mano destra, dopo circa due anni dal primo intervento. Dopo un trattamento di radioterapia per contenere e isolare il tumore, al Policlinico Sant'Orsola Malpighi di Bologna, al Rizzoli è stato eseguita l'asportazione. A Modena, poi, l'intervento ricostruttivo con decorso senza complicanze.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie