Foti dal Gip, sono vittima di gogna

Lo psicoterapeuta non risponde ma fa dichiarazioni spontanee

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 13 DIC - "Mi considero vittima di una gogna mediatica e di un'accusa che se già prima era debole, ora non ha né capo né coda". È la dichiarazione spontanea resa in tribunale a Reggio Emilia da Claudio Foti, lo psicoterapeuta della onlus Hansel & Gretel, coinvolto nell'inchiesta 'Angeli e Demoni' sullo scandalo dei presunti affidi illeciti in val d'Enza, condotta dalla Procura reggiana. A riferirlo è l'avvocato difensore, Girolamo Andrea Coffari.
    Foti si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del gip. Il professionista è accusato di frode processuale e nei giorni scorsi ha avuto una nuova misura cautelare, il divieto per 6 mesi di esercitare l'attività di psicologo-psicoterapeuta su minori.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA