De Crescenzo, folla alla camera ardente in campidoglio

In lacrime gli amici Arbore, Laurito, D'agostino, Venier

Una folla di parenti, amici di una vita della cultura e dello spettacolo, gente comune in Campidoglio per la camera ardente di Luciano De Crescenzo, scrittore e intellettuale napoletano morto ieri a 90 anni a Roma. Nella sala della Protomoteca, vicino alla bara, una grande foto lo ritrae accanto a una statua classica. Tra i primi ad arrivare Renzo Arbore e Marisa Laurito, Roberto D'Agostino, Michele Mirabella, il maestro Valerio Mazza, Andy Luotto, e Mara Venier. 'Amava Roma e la città lo sa', ha scritto in un messaggio la sindaca Raggi. Il funerale domani alle 11.30 nella Basilica di Santa Chiara a Napoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA