Pista cross su cimitero Grande Guerra

A Giavera Montello, ipotizzato il danno ambientale

(ANSA) - TREVISO, 21 MAG - Una denuncia alla Procura della Repubblica di Treviso per l'ipotesi di reato di danno ambientale è stata depositata da un residente di Giavera del Montello, che avrebbe documentato come in una zona sulla quale ora insiste una pista da motocross, siano sepolti i resti di decine di combattenti senza nome della Grande Guerra. Il proponente, Giorgio Marcon, assistito dall'avvocato Fabio Capraro, nella documentazione alla magistratura ha allegato una serie di fotografie, vedute aeree e rilievi topografici in cui si evidenziano le pesanti perdite di soldati italiani ed austriaci in quella che ancora oggi è chiamata "Valle dei morti" in occasione di una battaglia risalente al 23 giugno 1918. La pista da motocross, precisa il denunciante, sarebbe stata realizzata da un locale club motociclistico in un'area tutelata anche da un vincolo ambientale contro "tutti i parametri urbanistico-edilizi della zona".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA