Assolti dopo 26 anni,Stato li risarcisce

Odissea giudiziaria per 4 algheresi,"tempi biblici del processo"

(ANSA) - SASSARI, 14 NOV - Più di ventisei anni per un'assoluzione con formula piena in primo grado. Se ancora qualcuno avesse dubbi sulle disfunzioni quasi fisiologiche del sistema giudiziario italiano, potrebbe rivolgersi a Salvatore Budruni, Giuseppe Ballone, Antonio Martiri e Gervasio Madeddu, tutti di Alghero. Finiti sotto inchiesta nel 1991 a seguito di un'indagine su un presunto traffico di sostanze stupefacenti, con un'ipotesi accusatoria che arrivava sino all'associazione a delinquere, sono stati assolti dal tribunale di Sassari nel novembre del 2017. A distanza di un anno da quella sentenza, la sezione staccata di Sassari della Corte d'appello di Cagliari ha stabilito che lo Stato dovrà risarcire a ciascuno di loro 600 euro per ogni anno di questa odissea giudiziaria ai limiti del paradosso (circa 63mila euro complessivi), la cui conclusione arriva mentre il Paese si interroga sulla riforma del sistema giudiziario e processuale, con il governo in carica che non esclude di abolire la prescrizione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA