Cei,se conti errati non ci salva nessuno

'Paese sospeso, senza investimenti, aumenta rancore sociale'

(ANSA) - ROMA, 12 NOV - "Stiamo attenti: se l'Italia rinnega la sua storia e soprattutto i suoi valori civili e democratici, non c'è un'Italia di riserva. Se si sbagliano i conti non c'è una banca di riserva che ci salverà: i danni contribuiscono a far defluire i nostri capitali verso altri Paesi e colpiscono ancora una volta e soprattutto le famiglie, i piccoli risparmiatori e chi fa impresa". Lo ha detto il Presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, aprendo l'assemblea dei vescovi.
    "In un Paese sospeso come il nostro, caratterizzato dalla mancanza di investimenti e di politiche di ampio respiro, gli effetti della crisi economica continuano a farsi sentire in maniera pesante, aumentando l'incertezza e la precarietà, l'infelicità e il rancore sociale", ha aggiunto Bassetti, mettendo in guardia anche dal rischio di nazionalismi, dall'arroganza e dalle "paure che trovano nel migrante il capro espiatorio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA