Polemiche su manifesto del 4 novembre

Generale, disonora i caduti. Difesa, esprime valori soldati

 Un soldato che aiuta un'anziana, un marinaio che porta in salvo un piccolo naufrago, un militare dell'Aeronautica che salva un escursionista in pericolo ed un carabiniere che abbraccia un ragazzo. Quattro immagini e una frase: "Le nostre forze, armate di orgoglio e umanità". La locandina del ministero della Difesa per il 4 novembre, che quest'anno celebrerà anche il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, solleva critiche, non solo tra i militari ma anche sui social. L'ex generale Marco Bertolini, parà di lungo corso e fino a poco tempo fa capo del Coi, affida ad un articolo pubblicato sul sito CongedatiFolgore, e rilanciato sui social con molte condivisioni, il suo duro atto d'accusa. Parla di "immagini da 'Festa della Mamma'" che disonorano i Caduti.
    Immediata la replica della Difesa, che spiega come la locandina, già utilizzata durante incontri e dibattiti ufficiali, "esprime tutta la solidarietà e l'umanità dei nostri uomini e delle nostre donne nelle Forze Armate".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA