Legale Trump, soldi a pornostar non confermano l'affaire

"Solo per il fatto che qualcosa non e' vero non significa che non possa danneggiare"

"Solo per il fatto che qualcosa non e' vero non significa che non possa danneggiare. Io proteggerò sempre Trump": lo ha detto Michael Cohen, legale di vecchia data di Donald Trump, suggerendo cosi' che il fatto di aver pagato di tasca propria la pornostar Stormy Daniels non significa che sia vero l'affaire che la donna ha sostenuto di aver avuto col tycoon in una intervista nel 2011. Cohen aveva inizialmente negato ogni pagamento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA