• Papa in volo sposa su un aereo una hostess e uno steward cileni

Papa in volo sposa su un aereo una hostess e uno steward cileni

La cerimonia non era prevista, è stata un fuoriprogramma

Per la prima volta un Papa celebra delle nozze in aereo. Lo ha fatto Francesco durante il volo da Santiago del Cile a Iquique, unendo in matrimonio religioso una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. I due, Carlo e Paula, 41 e 39 anni, convivevano già da tempo, con due figli, ed era già sposati civilmente. Il matrimonio religioso non si era potuto celebrare per il crollo della chiesa a causa del terremoto del 2010. Il matrimonio celebrato in volo dal Papa non era certo previsto, è stato una cosa improvvisa.

Durante il volo di oltre due ore, i due avevano chiesto una benedizione al Papa che ha domandato se erano sposati. Alla risposta che lo erano solo civilmente, Francesco ha chiesto il perché della mancata unione religiosa, e gli è stato spiegato l'episodio della chiesa crollata per il terremoto nella data fissata per le nozze. A quel punto, la decisione del pontefice di celebrare lui il rito: il Papa ha fatto tutte le domande riguardanti le loro convinzioni sul valore del matrimonio e dell'unione di coppia.

Come testimoni, sono stati rapidamente reclutati il sacerdote Felipe Herrera e il presidente della Latam, Iniacio Cueto. Enorme la gioia e l'emozione dei due novelli sposi che, nel trambusto creatosi immediatamente tra i giornalisti al seguito del viaggio papale, hanno raccontato la loro storia: lei è il capo delle hostess della Latam e lui un semplice steward. Il portavoce della Santa Sede, Greg Burke, ha sottolineato la validità a tutti gli effetti del matrimonio celebrato dal Pontefice, corredato anche dal rilascio di un certificato scritto.

"E' a lui che gli è venuta l'idea!". Così Paula Podest e Carlos Ciuffardi - i due assistenti di volo della Latam che Francesco ha sposato oggi durante il volo da Santiago ad Iquique - hanno raccontato come sono andate le loro impreviste nozze, celebrate dal papa a 10 mila metri di altezza. La coppia, sposata civilmente da otto anni, aveva chiesto al Papa di benedire i loro anelli, ma a Francesco questo non è bastato. "Ci ha chiesto se eravamo sposati in chiesa e noi gli abbiamo spiegato che non avevamo potuto farlo, perché la chiesa in cui dovevamo farlo è crollata a causa del terremoto del 2010. Allora ci ha chiesto direttamente: 'volete che vi sposi io'"?, ha raccontato la coppia. Increduli, Paula (39 anni) e Carlos (41) hanno accettato, e una breve cerimonia è stata organizzata sull'aereo papale. Un sacerdote messicano, Felipe Herrera, e il presidente della Latam, Ignacio Cueto, sono stati testimoni della cerimonia e il direttore della Sala stampa vaticana, Greg Burke, ha redatto e firmato il certificato di nozze, prima di annunciare sorridendo che "è tutto valido, è tutto ufficiale". "Il papa ci ha solo chiesto se fra di noi c'era vero amore, se era per tutta la vita", ha raccontato Paula, mentre Carlos ha detto che Francesco gli ha chiesto se sua moglie - che era il suo capo quando si sono conosciuti - era ancora quella che comandava nella coppia. "Ovviamente gli ho detto di sì", ha ammesso lo steward, sorridendo. La coppia ha aggiunto: "Francesco ci ha chiesto se volevamo rendere pubbliche le nostre nozze, e noi gli abbiamo detto che per noi non era un problema, allora lui ha risposto che questo era positivo, perché motiverà altre coppie sposate solo per il rito civile e farlo anche in Chiesa". E così Paula e Carlos - che hanno anche due figlie, Isabela e Rafaela - avranno una mini-luna di miele imprevista oggi ad Iquique, prima di ripartire domani verso Santiago. "E' stata un'emozione immensa, non riusciamo ancora a crederci", hanno ammesso i due, commossi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA