Papa: efficienza mercato 'vitello oro'

Bergoglio, "Le disuguaglianze aumentano, non è una fatalità"

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 20 OTT - "Dobbiamo chiedere al mercato non solo di essere efficiente nella produzione di ricchezza e nell'assicurare una crescita sostenibile, ma anche di porsi al servizio dello sviluppo umano integrale. Non possiamo sacrificare sull'altare dell'efficienza, il 'vitello d'oro' dei nostri tempi, valori fondamentali come la democrazia, la giustizia, la libertà, la famiglia, il creato". Lo ha detto il Papa per il quale occorre "civilizzare il mercato". Assistiamo all'"aumento endemico e sistemico delle diseguaglianze e dello sfruttamento del pianeta, che è maggiore rispetto all'aumento del reddito e della ricchezza. Eppure, la diseguaglianza e lo sfruttamento - ha detto ancora Papa Francesco nell'udienza alla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali - non sono una fatalità e neppure una costante storica.
    Non sono una fatalità perché dipendono, oltre che dai diversi comportamenti individuali, anche dalle regole economiche che una società decide di darsi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA