In Italia balzo avanti povertà estreme

Rapporto Diritti Globali, Governo punta su economia non welfare

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Il governo Renzi ha puntato tutto sulla crescita e sull'occupazione" legando il superamento dell' esclusione sociale alle sole politiche economiche, ridimensionando l'apporto di "buone politiche di welfare", che sono "un contributo allo sviluppo e non un mero costo passivo".
    Questa l'analisi del rapporto Diritti Globali in cui si evidenzia, in base ai dati Istat, "un balzo delle povertà estreme". "Nessun traino, nemmeno quello occupazionale" risolve i problemi correlati a una povertà cosi "multidimensionale, disuguale e anche interna agli stessi lavoratori". Nel rapporto si evidenzia che "la condizione di lavoratori poveri" riguarda quelli che l'Istat chiama 'poveri relativi', ovvero 8,3 milioni di persone; poi c'è la condizione di "poveri al lavoro" che riguarda i "poveri assoluti", 4,6 milioni di persone, il 7,6% della popolazione,in forte aumento rispetto al 6,8% del 2014.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA