Terrorismo, 200 munizioni a Malpensa

Indagini sul percorso del pacco, dal Messico alla Nuova Guinea

(ANSA) - MILANO, 13 FEB - La Guardia di finanza a Malpensa e l'Agenzia delle Dogane hanno intercettato una spedizione postale proveniente dal Messico e diretta in Papua Nuova Guinea che occultava 200 proiettili per armi da guerra.
    Le munizioni erano dentro uno stereo portatile economico usato, il cui valore era sicuramente inferiore ai costi di spedizione. Dentro c'erano 200 proiettili calibro 5,56 Nato, comunemente usati per fucili d'assalto e mitragliatori.
    A rendere particolarmente interessante, sotto il profilo investigativo, è risultata la tratta seguita dalla spedizione intercettata: il materiale proveniva da Tijuana (Messico), cittadina tra le più pericolose al mondo in cui operano cartelli del narcotraffico, nonché varie cellule terroristiche internazionali le quali, sembrerebbero avere instaurato collaborazioni strategiche con diversi cartelli della droga nell'ambito del crescente fenomeno del "narcoterrorismo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA