Giorno della memoria, gli appuntamenti in tv da non perdere

Su Rai3 la 'Resistenza degli Orbach'. Gli eroi di Dachau su History

Per il Giorno della memoria sono tanti gli appuntamenti in tv. Vediamo i principali.

Su Rai3 la 'Resistenza degli Orbach' fratelli da Trieste partigiani ebrei nelle Marche  - Storie dell'Italia in guerra e della Resistenza che si intrecciano con una storia di libertà e di coraggio per molto tempo dimenticata, quella dei triestini Abramo e Isacco Orbach, riemerge nel film "La resistenza degli Orbach", realizzato con il sostegno delle Regioni Marche e Friuli Venezia Giulia, in onda domenica 24 gennaio alle ore 9:50 su Rai3. Sarà poi trasmesso in replica sul canale in lingua slovena Rai3 bis (103 digitale terrestre) mercoledì 27 gennaio alle 21:10. Nel contesto della Giornata della memoria, il film del regista Gianfranco Boiani racconta le vicende dei fratelli Orbach, famiglia di ebrei polacchi a Trieste nei primi anni del '900, con Abramo e Isacco che nel 1930 aprono un negozio di ricami in Piazza dell'Ospedale. Una quotidianità, scandita dalle vittorie ai tornei di scacchi di Abramo, che si spezza con le leggi razziali del 1938. Dopo quella data, dice Eneo Orbach, figlio di Abramo, "mio padre si sentì perseguitato, discriminato". Niente più partite a scacchi nei caffè triestini che vietano l'ingresso "ai cani e agli ebrei". Dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, Abramo e Isacco con le sorelle e due bambini, scelgono di combattere. Fuggono nelle Marche, trovano rifugio nel pesarese con la gente del luogo che li accoglie e li nasconde. I due Orbach entrano in una delle prime formazioni partigiane che opera sulle montagne dell'Appennino umbro-marchigiano e prendono i nomi di battaglia di "Adriano" e "Iso". Lea, una delle sorelle, farà la staffetta. Poi l'arruolamento nella Jewish Brigade fino alla fine della guerra, la liberazione di Trieste, e l'attestato che i generali Montgomery e Alexander siglano, di "Combattenti per la libertà". Due, nel film, gli interventi di Moni Ovadia che, sottolinea Boiani, "danno il senso di questo lavoro: l'importanza di trasmettere la memoria. Perché il futuro va costruito attraverso la consapevolezza di quello che è il nostro passato".

Gli eroi di Dachau su History - Che legame nasce tra chi è stato prigioniero di un campo di concentramento e colui che lo ha liberato? Quanto rimangono impressi nella memoria il primo sguardo benevolo e la prima mano tesa dopo mesi o anni di torture? In onda mercoledì 27 gennaio 2016 alle 21.00 su History (in esclusiva su Sky al canale 407) in occasione del Giorno della Memoria, Gli eroi di Dachau, racconta di quei ragazzi americani che, appena maggiorenni, decisero di arruolarsi per liberare l'Europa dal Nazismo e di giovanissimi ebrei che si sono fintiadulti per essere considerati adatti al lavoro nel campo di concentramento di Dachau e non finire subito nelle camere a gas. Dal 29 aprile 1945, giorno della liberazione del campo di sterminio tedesco nel quale oltre 40.000 persone vennerouccise e 200.000 imprigionate, nessuno di loro ha dimenticato. Daniel Gillespieè un ex soldato americano e ricorda ancora bene quei "morti viventi" (come vennero soprannominati gli ebrei sopravvissuti) trovati dietro i reticolati di Dachau e i cadaveri ammucchiati senza pietà. JoshuaKauffman è uno dei deportati sopravvissuti e per anni ha sognato di baciare le scarpe acolui che lo ha salvato, perché durante il giorno della liberazione le poche forze che aveva non glielo consentirono. 

Sky week: per Giornata Memoria, la 'sorella' di Anna Frank  - Per la Giornata della Memoria, mercoledì 27 gennaio alle 20, Sky Arte HD presenta un toccante docu-film che ha per protagonista Eva Schloss, 'sorellastra' di Anna Frank. A differenza della sua amica d'infanzia, Eva sopravvive all'orrore di Auschwitz e, insieme alla madre, fa ritorno ad Amsterdam dopo la guerra. E' così che la sua vita si incrocia con quella di Otto, padre di Anna, che diventerà in seguito suo affezionato e premuroso patrigno. Eva è quindi una delle prime persone ad assistere alla lettura, in privato, di brani del famoso Diario e a seguire la pubblicazione del libro: scopriamo la storia di questa donna straordinariamente forte, fondatrice nel 1989 dell'Anne Frank Trust UK, perché il messaggio di Anna non fosse dimenticato.

Tv2000, la programmazione in ricordo Shoah  - È dedicata al ricordo della Shoah e all'anniversario della liberazione di Auschwitz la programmazione proposta da Tv2000 nelle giornate di martedì 26 e mercoledì 27 gennaio, "Giornata della memoria". Si comincia, alle 7.30, con una puntata "speciale" di "Bel Tempo si Spera", il programma del mattino che ospita in studio gli studenti del Liceo scientifico Plinio, dell'ITIS G. Giorgi e dell'Istituto Professionale Luigi Einaudi che a novembre hanno partecipato con il Comune di Roma al Progetto della Memoria andando a Cracovia Birkenau-Auschwitz insieme ai testimoni di quell'orrore. In studio anche Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz-Birkenau. La proposta per la prima serata è "La settima stanza", film drammatico del 1995 diretto da Márta Mészáros che racconta la vita di Edith Stein, prima filosofa e poi monaca di clausura, morta ad Auschwitz e canonizzata nel 1998 da Papa Giovanni Paolo II. A seguire, alle 23.00, "In centocinquantadue per non dimenticare", il docufilm di Gianni Vukaj realizzato per Tv2000 da un'idea degli autori Fausto Della Ceca e Beatrice Bernacchi. Sami Modiano e Tatiana Bucci, sopravvissuti ai lager di Auschwitz, accompagnano nei luoghi dell'orrore 152 tra studenti romani e professori. E' dedicata al ricordo dell'Olocausto anche la puntata di "Siamo noi", il programma del pomeriggio di Tv2000, del 27 gennaio. Interviste e approfondimenti in onda a partire dalle 15.20. In puntata, un servizio sulle "pietre d'inciampo" a Roma, piccole piastre di ottone incise con nomi di deportati e incastrate nel selciato stradale. Sempre mercoledì, alle 21.15, in onda "Il giardino dei Finzi-Contini", un film del 1970 diretto da Vittorio De Sica, tratto dall'omonimo romanzo di Giorgio Bassani. Ambientato a Ferrara negli anni '30, la pellicola descrive la dolce vita di Micòl e di altri giovani borghesi della comunità ebraica che si trasforma in tragedia con le leggi razziali fasciste e lo scoppio della guerra. Con Lino Capolicchio, Dominique Sanda, Helmut Berger, Fabio Testi, Romolo Valli, e Alessandro D'Alatri. A seguire, ore 22.55, "Meditate che questo è stato", il documentario di Pietro Suber e Marco D'Auria sulla straordinaria testimonianza di due degli ultimi superstiti italiani dei lager nazisti. Racconto doloroso ma appassionato dell'amicizia grazie a cui Piero Terracina e Sami Modiano, oggi ultra ottantenni, sono sopravvissuti alla deportazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA