Non benedice bara:esiste lettera minacce

Lo rivela il parroco protagonista del rifiuto ad amici

(ANSA) - ARNASCO (SAVONA), 24 GEN - "La lettera di minacce? Esiste davvero. Non me la sono inventata". Don Angelo Chizzolini, parroco di Arnasco, finito nel mirino per non aver benedetto la salma di Aicha Bellamoudden al funerale di venerdì scorso, parlando con alcuni fedeli amici ha confermato di aver ricevuto una lettera di minacce nei giorni successivi al crollo della palazzina di Bezzo di Arnasco. Don Angelo parlerà domani col vescovo coadiutore Guglielmo Borghetti per chiarire ogni aspetto della vicenda e, probabilmente, presenterà denuncia per quella missiva anonima. Oggi intanto don Angelo ha celebrato messa in tre diverse chiese dell'entroterra, a Vendone, poi a Onzo e infine ad Arnasco nella cui chiesa si trovava anche il sindaco Alfredino Gallizia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA