Libri: Prima gli ultimi, storie di accoglienza di migranti

Il 22 novembre al Gonzaga le testimonianze raccolte da Canzoneri

(ANSA) - PALERMO, 21 NOV - C'è un'Italia che davanti al dramma dell'emigrazione non si gira dall'altra parte e rappresenta invece l'altra faccia dell'intolleranza e del razzismo. Magari senza clamori mediatici i casi di accoglienza, scambio e solidarietà sono tanti. Alcune di quelle storie sono ora raccontate dagli stessi protagonisti nel libro del giornalista Rino Canzoneri "Prima gli ultimi" (edizioni Paoline, 240 pagine, 16 euro). Ne viene fuori un mondo che fa fatica a farsi riconosce. "C'è tanta umanità nascosta - dice papa Francesco nella lettera che apre il libro - che quotidianamente sperimenta la gioia di donare, di mettersi a servizio, di aprire il proprio cuore e la propria casa. C'è un'umanità nascosta che difende la vita in ogni occasione, che non si arrende al dilagare dell'indifferenza". Canzoneri recupera storie di coppie che hanno adottato bambini sbarcati da soli o ragazzi poi sostenuti in un percorso di integrazione. E questo è soprattutto il caso di Rumon, ragazzo del Bangladesh che offriva rose ai clienti dei ristoranti. Grazie all'aiuto di tre professionisti prima è diventato medico e ora si sta specializzando in cardiologia. C'è ancora la coppia che ha ospitato una ragazza nigeriana incinta destinata a finire per strada. E la storia del cantautore Rino Martinez che con i cachet dei concerti e la vendita dei dischi organizza missioni sanitarie per alleviare le sofferenze dei pigmei della foresta del Congo. Un intero quartiere di Palermo, quello dell'Albergheria, è tornato a vivere accogliendo migranti provenienti da diciassette paesi. Due abitanti su tre appartengono ad altre etnie, professano altre religioni, parlano altre lingue. "E tutto questo rappresenta un valore non un ostacolo", dice don Enzo Volpe, direttore del centro Santa Chiara. Qui nel tempo ha preso forma un avamposto di accoglienza, integrazione, contaminazione di culture. Il libro sarà presentato domani, 22 novembre, alle ore 16 presso l'istituto Gonzaga di Palermo con gli interventi di Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, del sindaco Leoluca Orlando, di Francesco Micela, presidente del Tribunale per i minorenni di Palermo. Alcuni protagonisti delle storie raccontate nel libro daranno le loro testimonianze. Modererà la giornalista Fernanda Del Monte.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere