Sanità: Razza, Sicilia regione guida per i servizi nel Sud

(ANSA) - PALERMO, 14 NOV - "La Sicilia può essere una regione guida per i servizi sanitari nel Mezzogiorno, anche attraverso un maggiore investimento e attraverso una maggiore integrazione pubblico-privato. Il rapporto di Svimez ci ricorda che siamo l'unica regione che ha visto diminuire i 'viaggi della speranza'". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ai cronisti, a margine della presentazione del bilancio sociale aggregato dell'Aiop, nella sede di Sicindustria, a Palermo. "I tagli in passato non ci sono stati per ragioni che venivano dal nulla - ha precisato Razza - ma perché questa regione ha fatto un enorme buco della sanità che con grande fatica, attraverso il piano di rientro, oggi si sta colmando e quindi è arrivata una stagione di investimenti e di valorizzazione". "Da parte della Regione Siciliana - ha spiegato Razza - c'è stato, anzitutto, il riconoscimento dell'importanza dell'integrazione tra il sistema sanitario erogato da soggetti di diritto pubblico e quello erogato da soggetti di diritto privato perché alla fine la sanità è una sola ed il diritto alla salute è un diritto individuale di ogni cittadino". "Stiamo lavorando - ha aggiunto l'assessore regionale - perché dal 2020, attraverso forme di implementazione e di investimento, alcuni servizi e attività possano essere erogati in Sicilia per recuperare chi si vuole curare nella propria terra utilizzando anche e soprattutto le strutture di diritto privato e presto aprire le porte con contratti ad altri 5 mila professionisti della sanità". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere