Beni Culturali: finanziato progetto Chiesa Madre Montevago

Era stata distrutta da terremoto del '68 sarà messa in sicurezza

(ANSA) - PALERMO, 14 OTT - C'è anche il progetto di restauro della chiesa Madre del vecchio centro di Montevago nella graduatoria definitiva del "Programma regionale di finanziamento al fine di favorire gli interventi diretti a tutelare l'ambiente e i beni culturali, per la realizzazione di infrastrutture per l'accrescimento dei livelli di sicurezza, per il risanamento dei centri storici e la prevenzione del rischio idrogeologico a valere sulle risorse Fsc nei comuni della Regione Siciliana". Il decreto è stato già emanato dall'assessorato regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità. Ne dà notizia il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo.
    Il progetto, redatto dall'ufficio tecnico comunale diretto dall'ingegnere Rossella Sanzone, ammonta a circa 750 mila di euro e prevede la rimozione dei massi rimasti nella struttura dopo il crollo provocato dal terremoto del 1968, la messa in sicurezza delle colonne e quindi la fruizione al pubblico della pavimentazione della chiesa ai fini turistici.
    "E' per Montevago un progetto importante - dice il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo - perché punta a recuperare e a rendere fruibile quello che è il simbolo del vecchio paese devastato dal sisma. Per la nostra comunità la memoria è indispensabile per non dimenticare il dramma del '68 e per ricordarlo alle giovani generazioni. Per noi che oggi viviamo la Montevago del post terremoto ricordare è un dovere".
    La cattedrale di Montevago fu costruita sul luogo dove sorgeva un tempo la chiesa del Santissimo Crocifisso. E' dedicata agli Apostoli Pietro e Paolo e fu iniziata a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo dal principe Giovanni Gravina Moncada. Portata a termine dal cardinale Pietro Gravina, fu consacrata nel 1820. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere