Familiari di ex nemici rivivono in Sicilia episodio bellico

Nel 1941 quattro aerei inglesi ammararono a Cefalù

(ANSA) - CEFALU' (PALERMO), 8 OTT - Uno degli episodi bellici più emozionanti e fantastici, che ha avuto come protagonisti gli equipaggi di quattro aerei inglesi, sarà rievocato il 13 ottobre a Cefalù con un incontro che cancellerà gli odi e le rivalità della guerra. I quattro aerei erano partiti dalla base alleata di Malta l'11 novembre 1941. Dovevano colpire un convoglio navale italiano che portava rifornimenti e viveri alle truppe in Libia. Ma sbagliarono rotta e finirono sulla costa di Cefalù.
    Rimasti senza carburante, i piloti tentarono un ammaraggio. Tre aerei finirono in mare. Cinque degli uomini di equipaggio si salvarono a nuoto e furono catturati. L'altro aereo riuscì ad atterrare sulla spiaggia capovolgendosi. Il pilota Raymond Warren Taylor e il mitragliere uscirono indenni e furono pure presi prigionieri. Dopo quasi 80 anni un pilota civile di Cefalù, Luca Lazzara, è riuscito a ricostruire l'episodio e a rintracciare una figlia di Taylor, Sally. Vive in Nuova Zelanda, dove la famiglia si era trasferita. Dalla Nuova Zelanda e dall'Inghilterra verranno a Cefalù per partecipare alla giornata organizzata dal Comune i parenti di quei soldati ex nemici, che sono tutti scomparsi.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      vai

      ANSA ViaggiArt

      Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

      Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

      Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere