Noa apre spettacoli in notturna alla Villa romana del Casale

Il 19 ottobre il primo evento di un ciclo per valorizzare sito

(ANSA) - PALERMO, 2 OTT - Aprire ai visitatori la Villa romana del Casale anche di notte: è questa la svolta che, grazie al successo della sperimentazione in corso, sarà in programma già da aprile ad ottobre 2020, per iniziativa congiunta della direzione del Parco archeologico di Morgantina e Villa del Casale e del Comune di Piazza Armerina. Proprio per valorizzare e promuovere ufficialmente l'apertura in notturna, il sito sarà a breve scenario del primo spettacolo del ciclo "Notti alla Villa romana del Casale", un format di eventi musicali e culturali che saranno offerti ai visitatori. L'appuntamento è per sabato 19 ottobre e vedrà protagonista la straordinaria voce di Noa. La serata partirà alle 19 quando avranno inizio le visite guidate. Alle 20 il pubblico confluirà nella Basilica, location per la prima volta utilizzata per una serata evento dove saranno illustrate le bellezze della Villa. Seguirà il concerto di Noa, la cantante israeliana che affronterà il repertorio a lei più caro, incentrato sulla koiné culturale su cui si fonda la comune identità del bacino mediterraneo e che ha nella Villa e nei suoi mosaici a tema una forte testimonianza. Garantire le visite in notturna amplierà e orienterà la fruizione del sito, con l'obiettivo di incrementare i flussi turistici e destagionalizzarli. "Sappiamo bene quanto l'immenso patrimonio artistico e culturale che custodiamo - sottolinea il governatore Nello Musumeci - possa rappresentare in termini di promozione della nostra Isola e, quindi, di forte richiamo dei flussi turistici. Assicurare la continuità delle visite notturne in un sito che gode di un'immensa fama, come la Villa romana del Casale, ci pone, tra l'altro, sulla stessa linea già adottata in alcune delle aree archeologiche più importanti del mondo, come il parco di Pompei o l'Acropoli di Atene, aperti quotidianamente per molte ore anche dopo il tramonto e illuminati con il supporto della più avanzata illuminotecnica". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      vai

      ANSA ViaggiArt

      Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

      Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

      Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere