Italia in Apecar con radio adolescenti

Un racconto da Partinico (Palermo) a Castel Guelfo (Bologna)

(ANSA) - BOLOGNA, 18 AGO - Si è concluso dopo 9 giorni a Castel Guelfo (Bologna) il giro d'Italia in Apecar organizzato da Radioimmaginaria, network europeo gestito da adolescenti. Il giro era partito da Partinico (Palermo) perché lì il sociologo Danilo Dolci fondò nel 1970 la prima radio libera italiana, sede anche di una delle redazioni di Radio Immaginaria, che ormai ne conta quasi cinquanta in Europa. La prima tappa a Cinisi, dove Peppino Impastato fondò negli anni Settanta la Radio Aut delle sue denunce contro la mafia.
    Alla giovane speaker Ludovica Ferrari, 18 anni, neodiplomata, il compito di guidare l'Ape per 1.890 km fino a Castel Guelfo, dove la web radio è nata nel 2012 e ha la sede nazionale.
    L'Apecar è stata acquistata da un anziano minatore di Caccamo (Palermo) che, immatricolata proprio nel 1970, l'aveva rimessa a nuovo. Ribattezzata Ape Radio, è stata decorata ricordando i carretti siciliani dalle sorelle Canino di Partinico, che con la loro associazione tramandano la tradizione dei pupi siciliani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere