Migranti: a terra donne e bimbi

Navi ancora in rada a Pozzallo. Sindaco, non sono merci

     Una sessantina di profughi, donne, bambini e persone bisognose di assistenza medica, sono stati fatti sbarcare a Pozzallo dalle due navi della Finanza e di Frontex che li avevano soccorsi in mare. Le due imbarcazioni restano in rada con a bordo il resto dei profughi- circa 400 - che hanno viveri per 24 ore. Nel pomeriggio il ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva dato il via libera al trasbordo di 43 donne e 14 minori. Con loro sono scesi anche alcuni uomini, mariti e padri, per non dividere le famiglie.
    "Non sono merci, ma persone", commenta il sindaco di Pozzallo, preoccupato per chi resta sulle due navi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere