lo Voi, contro mafia cooperazione Stati

"Siamo davanti a un nuovo trend nella Cosa nostra"

(ANSA) - STRASBURGO, 12 GIU - Cosa nostra da fenomeno criminale locale a mafia globale capace di estendere i suoi tentacoli oltre i confini nazionali e infiltrarsi nella società, nella politica e nell'economia, gli anni delle stragi e dell'attacco alle istituzioni e l'avveniristico approccio nella lotta alla criminalità organizzata di due magistrati come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Se ne è parlato al Consiglio d'Europa, a Strasburgo, nel corso di un incontro con il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi che ha "raccontato" in un lungo intervento l'evoluzione della mafia, la lunga e cruenta guerra dichiarata dai clan allo Stato, gli omicidi "eccellenti" e le misure legislative e giudiziarie messe in campo per contrastare Cosa nostra. "Siamo davanti a un nuovo trend nella mafia. Cosa nostra è da sempre attenta a sfruttare ogni occasione che possa portare nuovi business e gli investigatori si trovano davanti nuove e sempre più complesse sfide. Serve maggiore cooperazione fra Stati", ha detto Lo Voi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere