Recuperata campana vascello XVI sec

Davanti spiaggia San Leone era coperta da alghe

       Durante una esplorazione davanti la spiaggia di San Leone nel mare di Agrigento, subacquei della Soprintendenza del mare e volontari di BCsicilia hanno recuperato la campana di un antico vascello del XVI secolo coperta di alghe. Il team subacqueo era composto da Stefano Vinciguerra, della Soprintendenza del Mare, Luigi Bisulca, della soprintendenza di Agrigento, e Salvatore Ferrara, dell'Associazione BCsicilia. Fondamentale per la riuscita dell'operazione è stato il supporto logistico della Lega Navale di Agrigento - Porto Empedocle con la presenza di Mimmo Argento. L'interessante ritrovamento - dice la soprintendenza del mare - è stato effettuato grazie ad un'ottima visibilità del mare, evento molto raro considerato il fondale fangoso dell'area. La campana è stata individuata a circa 15 metri di profondità, vicino ad uno dei cannoni del vascello del 1500, armato con pezzi da artiglieria, che trasportava zolfo. Ottenuta telefonicamente l'autorizzazione al recupero, i sub si sono immersi nuovamente e, geoposizionato il reperto, hanno proceduto a video-fotografare le operazioni e a trasportarlo a bordo della barca di appoggio. Il prezioso oggetto rinvenuto è stato successivamente trasferito al Roosevelt, il Centro operativo delle Soprintendenza del Mare, e preso in consegna dall'archeologa Antonella Testa. Il Soprintendente del Mare pro tempore Stefano Biondo ha predisposto un immediato intervento di pulitura della campana per verificare se eventualmente è inciso il nome della nave e il periodo, notizie che aprirebbero interessanti scenari nella individuazione dell'antico vascello che giace da circa cinque secoli nei fondali davanti Agrigento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere