Teatro: al Libero quando l'amore è un gioco di acrobazie

In scena Klinke,tra disciplina circense e coreografie aggraziate

(ANSA) - PALERMO, 5 GEN - Orologi, scale, tessuti pendenti, lampadari e valige: la scenografia è una composizione di oggetti che diventano strumento d'appoggio per delle evoluzioni e delle impossibili acrobazie verticali. E il filo conduttore di Klinke di e con Milo Scotton e Olivia Ferraris per la regia di Philip Radice, una produzione Circo Teatro Comico Poetico che andrà in scena al Teatro Libero a Palermo da giovedì 11 a sabato 13 prossimi alle 21.15 e domenica 14 alle 17.
    Tra disciplina circense e coreografie aggraziate lo spettacolo nasce nel 2003 da un progetto del duo Milo e Olivia, formatisi all'Ecòle Nationale de Cirque de Montreal e all'Accademia d'Arte Circense di Verona. Dall'unione delle due personalità esplode un nuovo e singolare modo di fare circo e di concepire il teatro: un genere che affonda le radici nel nouveau cirque, ma con un intento narrativo più marcato grazie a una solida drammaturgia frutto della formazione teatrale dei due artisti.
    Klinke è un insolito gioco: lei viaggia il mondo in una scatola, lui è pronto a tutto pur di star lontano dai problemi; tra i due prende vita un corteggiamento mozzafiato che si traduce in una bizzarra storia d'amore. È uno spettacolo che fonde e sublima teatro, danza, tecniche circensi, inserendosi a pieno titolo nel circo contemporaneo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere